GAS LoLa

Gruppo di Acquisto Solidale - Loreto / Lambrate - Milano

Argomenti
Visita a Il Gelso 2009

06-09-2009 - Mezzago (MB)

Ad inizio settembre 2009 si è svolta la terza edizione della festa organizzata dalle aziende agricole "Il Gelso" ed "Il Ciliegio" presso la sede produttiva di Mezzago.
Alcuni di noi aderenti al GAS LoLa, raccogliendo l'invito di Giuseppe, fondatore del Gelso, hanno partecipato alla festa. Scopi dichiarati di queste manifestazioni sono: da un lato quello di far conoscere la realtà produttiva (fatta di terra, persone, cultura contadina, ideali di sostenibilità) che sta dietro alla cassetta di frutta e verdura che ognuno di noi si carica e si porta a casa il mercoledì sera. Dall'altro quello di "condividere" delle cose tra persone diverse che ancora non si conoscono.
Quali cose? Innanzitutto il cibo, che ognuno era invitato a portare e a far assaggiare (spiegandone eventualmente la ricetta) e che diventa così il terreno per entrare facilmente in contatto con gli altri in un'esperienza sensoriale di piacere e in un clima di allegria. E poi le storie, che, a partire da quella di Giuseppe e della fondazione del Gelso, scaturiscono e si intrecciano tra un bicchiere di vino e l'altro.
Così la giornata si è svolta con una prima parte, in mattinata, durante la quale Giuseppe e il giovane Nicola (genero) ci hanno portato a visitare i campi e le serre dove stanno crescendo i "nostri" cavoli cappuccio, pomodori, fagiolini , asparagi, insalate, ecc.
Tante sono state le spiegazioni sulle tecniche di coltivazione e altrettante le domande che sono state poste.
Presto i discorsi, partendo dall'oggetto specifico, si sono allargati alle tematiche più generali sui problemi dell'alimentazione e della "industrializzazione" dell'agricoltura, sugli squilibri a livello mondiale della produzione agricola, sulla concentrazione di potere in pochi giganti dell'alimentazione che gestiscono e indirizzano la ricerca scientifica sulla genetica delle sementi, sui fertilizzanti, sugli antiparassitari, ecc. e per contro sul potenziale ruolo del consumo critico per fronteggiare sul terreno dell'economia (oltre che su quello dell'ideale) tali tendenze, e sostenere i produttori che utilizzano tecniche naturali.
La seconda parte della festa ha comportato l'allestimento di una lunga tavolata all'ombra di tendoni da mercato. Anche i bambini, come fosse un gioco, si sono impegnati nell'apparecchiare i tavoli.
Alla fine circa un centinaio di persone ha partecipato al pranzo; ogni gruppo o famiglia aveva portato qualcosa; su alcuni tavoli sono state disposte le vivande: pani, focacce, paste, risi, torte salate, verdure, frittate, ecc.
E poi i vini, le torte dolci, il caffè e la musica, le storie.
Insomma, una manifestazione ben riuscita durante la quale è stato possibile entrare in contatto con vari aspetti dell'attività di produzione agricola, nonché con altre persone e rappresentanti di altri GAS coi quali scambiare informazioni ed esperienze.
Non ultimo si è, naturalmente, rafforzato un legame di conoscenza e di simpatia con Giuseppe, che si è rivelato persona energica e vitale, grande parlatore e filosofo.