GAS LoLa

Gruppo di Acquisto Solidale - Loreto / Lambrate - Milano

Regolamento GAS LoLa
Parte generale

Art. 1 - Definizione

Il Gruppo di Acquisto Solidale (GAS) LoLa nasce come gruppo spontaneo e apartitico, che agisce senza scopi di lucro nell'ambito del consumo critico e solidale.

Può aderire chiunque condivida le finalità e i metodi del gruppo e si impegni a rispettarne il carattere solidaristico.

L'ambito territoriale del GAS LoLa include indicativamente le zone Loreto e Lambrate, e i quartieri adiacenti delle zone 2, 3 e 4.

Art. 2 - Adesione al GAS

Può essere componente del GAS chiunque ne condivida lo spirito, il regolamento e sia in regola con il pagamento della quota annuale di adesione.

La quota annuale di adesione, che costituisce un fondo cassa per le spese organizzative (sede, registrazione dominio etc.), è determinata all'inizio di ogni anno dall'Assemblea ordinaria. La quota potrà essere soggetta a conguaglio a fine anno in relazione all'effettivo numero di aderenti al GAS.

Art. 3 - Ingresso e uscita dal GAS

L'atto di entrata nel GAS consiste nella sottoscrizione del modulo di adesione al GAS LoLa.

I responsabili dell'accoglienza si occuperanno di fornire le informazioni agli aspiranti GASisti, in vista della loro eventuale adesione al GAS LoLa.

Ogni GASista può annullare la propria adesione al GAS in qualunque momento, avvisando per email il Responsabile del GAS e possibilmente fornendo le motivazioni, ma è tenuto a regolare preventivamente eventuali suoi ordini in sospeso.

Art. 4 - Finalità

Il gruppo GAS LoLa, facendo proprie le pratiche della solidarietà sociale dei gruppi di acquisto solidale, persegue le seguenti finalità:

Per le specifiche competenze degli aderenti, il GAS LoLa intende anche proporsi al territorio come diffusore di informazioni e pratiche di associazionismo di base nonché essere promotore di incontri su tematiche etico-ambientali e su stili di vita eco-sostenibili.

Art. 5 - Organi del GAS

L'unico organo del GAS è l'Assemblea degli aderenti al GAS.

L'Assemblea delibera su tutte le questioni relative al GAS ed è costituita da tutti i suoi aderenti.

Ogni aderente al GAS ha diritto di voto.

Le decisioni si assumono nell'ambito dell'Assemblea per alzata di mano, considerando la maggioranza degli aderenti presenti che esprimono il proprio voto (50% + 1 dei presenti).

Le decisioni devono vertere su argomenti posti all'Ordine del Giorno (OdG) comunicato dal Responsabile del GAS unitamente alla convocazione dell'Assemblea.

L'Assemblea si riunisce di norma almeno una volta al mese ad eccezione del mese di agosto.

La data di convocazione della Assemblea e il relativo OdG sono decisi dal Responsabile del GAS e dovranno essere comunicati via mail o sms a tutti gli aderenti. Nell'OdG sarà sempre presente la voce varie ed eventuali per argomenti non pianificati, sui quali però non si potrà prendere decisioni, salvo siano presenti almeno il 40% degli aderenti al GAS.

Qualora un aderente al GAS non potesse partecipare temporaneamente all'Assemblea, agli acquisti o alle attività deve comunicarlo al Responsabile del GAS, mantenendo i contatti attraverso altri canali da lui prescelti e indicati.

Alle riunioni dell'Assemblea possono presenziare come uditori anche coloro che sono interessati a conoscere l'attività di un gruppo di acquisto solidale, ma non hanno ancora aderito al Gas LoLa nei termini di cui al precedente art. 2.

Sono oggetto di Assemblea straordinaria la nomina del Responsabile del GAS e ogni modifica del Regolamento; in tal caso le decisioni dovranno essere assunte a maggioranza (50% + 1) degli aderenti al GAS.

Nel caso di Assemblea straordinaria è ammessa la delega. Ciascun aderente non può avere più di due deleghe.

Art. 6 - Comunicazioni tra gli aderenti al GAS

Le comunicazioni tra gli aderenti al GAS avvengono attraverso una mailing list dedicata. E' obbligo dei singoli aderenti del gruppo fare un uso oculato delle mail, in modo da non eccedere nelle comunicazioni e non intasare la posta elettronica degli aderenti, nonché limitare le comunicazioni all'attività e alle finalità proprie del GAS.

Per gli ordini e per le informazioni/segnalazioni di nuovi possibili produttori, è obbligatorio utilizzare la mail del solo responsabile di prodotto/acquisto ovvero le modalità di ordinazione dal medesimo comunicate e non la mailing list del GAS.

Art. 7 - Diritti degli aderenti

Tutti gli aderenti al GAS hanno i seguenti diritti:

Art. 8 - Doveri degli aderenti

Tutti gli aderenti al GAS hanno i seguenti doveri:

Parte operativa

Organizzazione del GAS LoLa

Art. 9 - Ruoli nel GAS

La gestione di un gruppo di acquisto solidale è molto impegnativa se portata avanti sempre dagli stessi volontari. Una efficace suddivisione dei compiti tra i vari GASisti rende l'organizzazione del GAS più flessibile, efficace e leggera per tutti.

Ogni membro porta avanti il suo incarico secondo le sue attitudini e la sua disponibilità.

Ci sono compiti preferibilmente fissi e altri necessariamente da svolgere a turno.

I responsabili dei ruoli fissi del GAS vengono eletti nella prima riunione di ogni anno dell'Assemblea, ad eccezione del Responsabile del GAS in carica, che è stato nominato al momento della costituzione del GAS LoLa e che può essere sostituito dall'Assemblea straordinaria.

Ruoli fissi

Ruoli variabili

Art. 10 - Modalità di scelta dei produttori

La maggior parte dei prodotti acquistati deve provenire da produttori locali, allo scopo da un lato di ridurre al massimo le emissioni di CO2 dovute al trasporto degli stessi e dall'altro di sostenere le realtà locali. Il GAS, nello scegliere un produttore, deve assicurarsi che la sua merce sia prodotta con metodi eco-compatibili.

La certificazione biologica non è la condizione vincolante nella scelta, mentre condizione importante è il rapporto di fiducia che si instaura tra produttore e consumatore GASista. Se, conoscendo il produttore, si accerta che il suo metodo di coltivazione, produzione o allevamento non si discosta significativamente dai criteri del metodo biologico, allora la certificazione non sarà richiesta.

Il produttore deve inoltre dare oggettiva dimostrazione di applicare pratiche efficaci e utili a garantire il rispetto dei diritti di ogni lavoratrice e lavoratore, nonché dei diritti degli animali.

Per questo è fondamentale effettuare anche visite presso le aziende produttrici.

Per quanto riguarda le norme specifiche da applicare nella scelta dei fornitori, si rimanda al documento Regolamento attuativo Produttori GAS LoLa che potrà essere redatto e modificato durante le assemblea ordinarie.

Art. 11 - Modalità di gestione degli ordini

Il calendario degli ordini viene stabilito dall'Assemblea in base alle esigenze degli aderenti e agli accordi con il fornitore.

La gestione dell'ordine avviene sostanzialmente in 3 fasi:

Le modalità di ordine, di consegna/distribuzione e pagamento vengono decise dal responsabile del prodotto, che potrà avvalersi di altri GASisti per il controllo e lo smistamento dei prodotti.

L'eventuale costo del trasporto di ogni singola consegna sarà diviso proporzionalmente alla quantità acquistata dal singolo membro.

Nello spirito di diffusione della rete di socialità tra gruppi di acquisto solidali, il GAS LoLa può aderire o farsi promotore di ordini collettivi che comprendano gli ordinativi di più gruppi.

Art. 12 - Modalità di scelta di gestione delle iniziative

Nell'ambito delle attività legate alle finalità del GAS verranno ideate e organizzate iniziative e laboratori indirizzati sia ai membri del GAS che al pubblico esterno.

Ogni iniziativa dovrà avere un responsabile nominato all'interno degli aderenti al GAS e potrà coinvolgere esperti esterni e altre associazioni di base.

Preferibilmente le attività e i laboratori dovrebbero essere rivolti e svolti all'interno della zona di azione del GAS.

I contenuti e l'articolazione di tali iniziative saranno decisi dall'Assemblea, mentre l'organizzazione sarà delegata al responsabile dell'iniziativa.

Il presente Regolamento è stato approvato dall'Assemblea straordinaria del GAS LoLa del 14 gennaio 2015.